febbraio 4 2013 AZIONI URBANE #02

72 hua 06

 

72 HOUR URBAN ACTION

Kerem Halbrecht e Gilly Karjevsky sono due architetti israeliani che hanno messo a punto un format per un concorso di architettura in grado di cambiare i centri urbani in pochissimo tempo.

 

72 sono le ore concesse ai partecipanti al concorso per immaginare, progettare e realizzare le opere che faranno parte di un progetto di architettura sociale più ampio. 72HUA è nato ufficialmente nel settembre 2010 durante la Biennale di urbanistica del paesaggio di Bat-Yam grazie alla volontà del sindaco di dar vita a un vero laboratorio di urbanistica per la città a sud di Tel-Aviv. 120 architetti provenienti da 20 paesi hanno realizzato dei progetti all'interno dello spazio pubblico della città. Alla fine della manifestazione quasi tutti i progetti sono stati assunti dal Comune rendendo realmente possibile il cambiando degli spazi pubblici della città in sole 72 ore.

Installazione vincitrice a Bat-Yam

Una delle installazione realizzate a Stoccarda.

Dopo la fortunata esperienza di Bat-Yam il gruppo ha continuato a lavorare cercando partner e promotori in grado di riprodurre quanto fatto in Israele in altre parti del mondo. La città di Stoccarda è stata la prima ad accogliere lo stimolo di tale iniziativa. Nel 2012 si è tenuta un'importante edizione di 72HUA sul territorio tedesco che ha portato 30 gruppi di progettisti a lavorare per 3 giorni e 3 notti di seguito fino alla realizzazione di progetti molto interessanti e ancor più raffinati di quelli presentati nell'esperienza precedente. Anche in questo caso molti dei progetti realizzati sono diventati parte integrante degli spazi urbani delle città compiendo l'idea di trasformazione dal basso verso l'alto promossa dagli organizzatori. Il format è in continua espansione e sono previste importanti manifestazioni in Asia, Europa e Stati Uniti.

Halbrecht e Karjevsky vogliono dimostrare che "cambiare è possibile, indurre la gente a impegnarsi più direttamente con l'ambiente circostante e mettere in discussione i luoghi comuni sulla proprietà degli spazi pubblici: chi possiede il diritto di intervenire sullo spazio pubblico? Chi ne ha la responsabilità? Possiamo cambiare i preconcetti su questi diritti e queste responsabilità? " Il progetto 72HUA spinge i cittadini ad essere partner attivi nella trasformazione degli spazi che abitualmente abitano. L'architettura in tempo reale e la progettazione estemporanea diventano una strumento pontente di trasformazione urbana.

 

Lascia un Commento